The Green Corner

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Galateo fiori

Curiosità

Galateo

Il linguaggio dei fiori


L’usanza di comunicare soprattutto in tema amoroso-sentimentale, con mazzi di fiori di una sola specie o variamente combinati anche in base al colore e al numero, seguendo alcuni schemi prestabiliti, è nata probabilmente nell’ottocento.

Per dare un appuntamento, ad esempio,bastava regalare un numero di fiori pari all'ora in cui si desiderava incontrare la persona amata, mentre, per esprimere ciò che si pensava, si poteva regalare una composizione di più varietà.

Nell’800 i libretti che riportavano in modo fantasioso il significato e i simboli di piante e fiori, erano considerati preziosi e si trovava naturale il fatto di impegnarsi nell’impresa di tradurre una lettera o un biglietto in un bel mazzo di fiori.

Al giorno d’oggi, piace l’idea di comunicare con i  fiori nelle occasioni in cui si desidera dire qualcosa in modo speciale a qualcuno che ci sta a cuore, certo si intende considerarla soprattutto un’idea simpatica, in un certo senso un gioco.

Regalare un mazzo di fiori di un determinato colore significa affidargli un primo messaggio, che sarà poi meglio sottolineato dalla scelta di una o più specie floreali.

Una volta scelto il colore è importante rivolgersi con un certo anticipo al fiorista, affinché possa procurare le specie più adatte allo scopo, in funzione del periodo dell’anno. In commercio ci sono anche dei fiori con corolle variopinte, screziate o sfumate in grado di comunicare contemporaneamente più messaggi.

E’ comunque molto difficile trovare la combinazione che rispecchi perfettamente il messaggio voluto con il proprio simbolismo.

A SEGUIRE in QUESTA PAGINA

"Il colore dei fiori."   
"
Alcune combinazioni utilizzate in passato per trasmettere particolari significati."
"
Consigli."
"
Una sintesi di questo galateo, in funzione degli avvenimenti."

Il colore dei fiori


Bianco: è il simbolo della purezza, dell’innocenza e del pudore (anche per nuove notizie).

Giallo: è associato all’infedeltà e al tradimento, ma è anche simbolo di lusso, gloria e successo.

Arancio: è la gioia, l’allegria, la piena soddisfazione.

Rosa: è simbolo della giovinezza ed esprime un amore appena nato. E’ anche grande ammirazione.

Rosso: è l’amore ardente e passionale, del coraggio e del desiderio di vittoria ma anche di collera.

Rosso scuro: simboleggia la costanza, la continuità e l’immoralità.

Viola: esprime sentimenti di modestia, generosità e umiltà. E’ simbolo di timidezza.

Lilla: rappresenta un amore sincero e privo di interessi, anche se diretto ad amici.

Azzurro: l’azzurro chiaro è simbolo di difficoltà e inquietudine dovuta a problemi

Turchese: è una gratificazione per chi si occupa con grande impegno di arte o di scienza.

Verde: è la speranza o un pericolo scongiurato, ma anche la gioia e l’ottimismo.

Ecco, a titolo di curiosità, alcune combinazioni utilizzate in passato per trasmettere particolari significati.

Tulipano + Giunchiglia + Orchidea : “Sei la persona più importante della mia vita”

Tuberosa + Camelia + Magnolia : “Prima o poi riuscirò a conquistarti”

Narciso + Papavero + Violaciocca : “Non so  resisterti anche se sei vanitosa e volubile”

Lillà + Primula + Giglio : “Sei il mio primo vero amore; prima di te non ho mai amato”

Mimosa + Giunchiglia + Ortensia :“Hai preso la mia modestia per freddezza ed io ne soffro”

Primula + Sambuco + Mughetto : “Sono troppo giovane per un legame serio”

Consigli


Quali fiori scegliere? In alcune occasioni i fiori devono avere una certa importanza e allora la scelta cade sulle orchidee. In questo caso è meglio scegliere piccole orchidee su un lungo ramo come per esempio le Phalenopsys o le Vanda,  o comunque di una certa raffinatezza come le Catleya, anche se avranno una durata inferiore rispetto alle specie comuni a grandi fiori. Se le preferenze vanno su quest'ultime, evitare quelle di colore violetto e preferire ad esempio i colori chiari es. gialli bianchi o anche screziati.

Regalare mazzi enormi, soprattutto se particolarmente ingombranti, non è di buon gusto, è meglio scegliere un piccolo bouquet, confezionato con cura, magari con qualche fiore mignon. Un solo fiore in genere è indicato solo per la persona amata (come simbolo di affetto).

Non tutti amano i fiori recisi e spesso,  se non si conosce bene il destinatario, è preferibile scegliere una bella pianta da appartamento o da balcone (azalee, begonie, gardenie, camelie o piante verdi).

Attenzione nella scelta dei fiori per una persona malata: evitare assolutamente fiori profumati, preferendo senza dubbio fiori inodore.

Se si offre un mazzo di fiori di una sola specie sarebbe comunque meglio che il numero dei fiori fosse dispari, oppure alla dozzina, soprattutto se il destinatario è un po’ superstizioso.

Anche agli uomini possono essere regalati fiori, i colori devono essere decisi, rosso, giallo o arancio e non deve trattarsi di fiori fragili (andranno bene anche le rose). Per i medici e gli altri professionisti,  in ogni caso, una pianta verde rappresenta sempre un omaggio ben gradito da sistemare nello studio.

Ecco una sintesi di questo galateo, in funzione degli avvenimenti.


Galateo nascita : se si porta un dono al neonato, è comunque buona abitudine regalare un mazzo di fiori alla puerpera. Considerando che questa non si troverà certamente in ottime condizioni, occorre evitare profumi intensi che potrebbero infastidirla. Molto indicati sono bouquet di roselline rosa o di tulipani bianchi o rosa. Inoltre sarà sicuramente gradita la sorpresa, di trovare al rientro un ambiente rallegrato da fiori.

Galateo Comunione e Cresima : bisogna tenere presente che i bambini di 8-12 anni spesso non sono in grado di apprezzare un mazzo di fiori, a meno che questi siano  associati a un regalo (inviateli alla mamma del festeggiato). I fiori devono essere necessariamente bianchi, optando per qualche lilium (che è della famiglia dei gigli).

Galateo a chi si ama : regalare fiori alla donna amata è un’usanza antichissima, ma sempre ben gradita. In questo caso la scelta sarà la meno difficile: andranno bene fiori di qualsiasi colore, di qualsiasi specie (anche un solo fiore qualunque esso sia).                                    

Galateo fidanzamento
: oggi il fidanzamento non rappresenta più una cerimonia ufficiale, come un tempo, ma l’usanza di regalare i fiori all’innamorata è senza dubbio rimasta. A questo proposito non esistono regole ben precise, scegliendo però colori tenui e delicati. Possono bastare anche pochi fiori, ma preziosi. Del tutto sorpassata è l’usanza che la fidanzata regali un mazzo di mimose o di glicine alla futura suocera o che l’innamorato, come avveniva nei secoli scorsi in Francia, offra alla futura sposa un bouquet di gigli e rose tutte le mattine, dal giorno del fidanzamento a quello delle nozze.

Galateo se lei parte
: chi parte sarà felice di vedervi arrivare con un piccolo mazzo di fiori (non preoccupatevi, lo porterà volentieri con la valigia) e dovrà avere toni tenui e delicati, affinché la partenza non sembri una liberazione.

Galateo all’arrivo : chiunque sarà felice di trovare una stanza rallegrata da fiori, di qualunque tipo essi siano.                                                                                        

Galateo Matrimonio : la prima regola è quella di non inviare fiori lo stesso giorno del matrimonio, perché agli sposi mancherebbe il tempo per sistemarli. Se ci si limita a un omaggio floreale è quindi bene farlo pervenire ai futuri sposi il giorno prima della cerimonia. Il colore dei fiori deve essere bianco o rosa chiaro. I parenti e gli amici più intimi faranno cosa molto gradita se invieranno prima il regalo, poi al ritorno del viaggio di nozze degli sposi, un mazzo di fiori o una pianta verde: sono un augurio di felice futuro! Spetta allo sposo regalare il bouquet, che può essere tondo, allungato o ricadente, a seconda dell’abito della sposa. Il galateo prescrive nei matrimoni formali, il garofano o la gardenia sulla giacca del tight o dell’abito scuro del padre che accompagna la figlia all’altare, cosi come all’occhiello dello sposo, dei testimoni e dei parenti degli sposi.

Galateo anniversari : per tutti gli anniversari, compreso quello di matrimonio, il fiore più indicato è la rosa, non importa di quale genere o colore.

Galateo nozze d’argento o d’oro : qualsiasi specie di fiore di qualunque colore; l’importante è che il mazzo venga confezionato con un nastro color argento nel caso di nozze d’argento e con un nastro dorato nel caso di nozze d’oro.

Galateo compleanno e onomastico
: in queste due occasioni fiori e piante rappresentano un regalo sempre gradito, indipendentemente dalla specie e dal colore. Un tempo, in occasione del compleanno era tradizione regalare un mazzo di fiori in numero pari a quello degli anni compiuti; oggi tale usanza è decaduta. Fiori e piante sono indicate anche agli uomini,soprattutto se questi hanno l’hobby del giardinaggio.

Galateo laurea : in occasione della laurea è d’obbligo regalare fiori alla laureata, mentre ai laureati uomini è più indicato un biglietto di congratulazioni o un dono. Per questo importante avvenimento sono indicati fiori fastosi e allegri, possibilmente mescolati a qualche ramo di alloro. Oggi sono molto richieste le corone di alloro, ma anche fiori rossi oppure del colore che caratterizza la facoltà.

Galateo pranzo : non è d’obbligo presentarsi al momento del pranzo con un mazzo di fiori in mano, come spesso accade. Si possono tuttavia inviare fiori prima del pranzo, affinché questi possano costituire un addobbo. Se non si ha il tempo, si può rimediare inviando fiori dopo il pranzo, uniti ad un biglietto di ringraziamento. Per quanto riguarda colore e specie, dipende solo dal gusto di chi ci ha invitato, nonché dall’ambiente del destinatario.

Galateo trasloco :in molti luoghi è tradizione per chi arriva nella nuova casa, ricevere una pianta fiorita con l’augurio di “giorni fortunati”.

Galateo favore ricevuto : quando si riceve un favore, i fiori rappresentano un omaggio obbligato. Se il favore è stato ricevuto da un uomo, i fiori non sono molto indicati e pertanto sarà preferito un dono; a meno che le circostanze permettano di potere ricambiare il favore rivolgendosi alla moglie.

Galateo San Valentino : se si considera il romanticismo delle donne, non dovrà mancare accanto al regalo di San Valentino, almeno un mazzolino di fiori, se non il classico mazzo di rose rosse.

Galateo festa della donna : la mimosa dell’8 marzo è ormai una tradizione consolidata. Un piccolo rametto o un vero e proprio mazzo sono un pensiero obbligato per amiche, colleghe, parenti o la donna amata.

Galateo festa della mamma : qualsiasi bouquet è adatto a questa occasione, che comunque ricorrendo nel mese di maggio non dovrebbe vedere mancare qualche rosa. Le piante in tale circostanza sono invece poco indicate.

Galateo Natale : tradizionalmente si considera ben augurale il colore rosso, ma le composizioni adatte per accompagnare un regalo natalizio sono varie: agrifoglio, spighe dorate, rami con bacche, stelle di natale, ecc…La scelta di tali specie non è comunque d’obbligo; anche una bella pianta verde o un mazzo di fiori freschi saranno sempre molto apprezzati.

Galateo Capodanno : i fiori da soli sono poco indicati in questa occasione; sono preferibili composizioni con qualche rametto augurale di vischio, magari unito a qualche spiga.

Galateo Pasqua : tutti i fiori primaverili sono adatti alla realizzazione di un mazzo da regalare in questa occasione: narcisi, giacinti, tulipani, ranuncoli, papaveri, ecc…la scelta è decisamente vasta.

Galateo malattia : in questa circostanza fiori allegri e coloratissimi sono sempre ben graditi, purché siano privi di profumo. Se la persona malata è in ospedale si dovrà scegliere un mazzo poco ingombrante, mentre se è a casa ci si potrà sbizzarrire in un grande bouquet o in una pianta fiorita. Per questa circostanza potranno essere regalati fiori anche a un uomo, purché questo sia un parente o un amico intimo.

Galateo morte :si tratta di un avvenimento di cui si preferirebbe non parlare, ma è molto importante conoscerne le regole per evitare che un pensiero gentile venga interpretato come un’azione di pessimo gusto. Come prima cosa bisognerà inviare un telegramma o un biglietto di condoglianze alla famiglia. Bisogna assolutamente evitare di presentarsi ai parenti del morto con un mazzo di fiori in mano, poiché nessuno avrebbe certamente voglia di prendersene cura. Prima che inizi il rito funebre si potrà fare pervenire una corona di fiori o un cuscino.

Torna ai contenuti | Torna al menu